“DI CANCRO SI VIVE”

“DI CANCRO SI VIVE”

L’OPERA “I FUORI SEDE” IN TOURNÉE PER RACCONTARE LA MALATTIA
STUDENTI UNIVERSITARI E GIOVANI PAZIENTI ONCOLOGICI INSIEME
NEI PRINCIPALI TEATRI ITALIANI

Sono quasi 3,4 milioni gli italiani che oggi convivono con un cancro. Eppure sembra ancora difficile immaginarlo come una malattia cronica, vissuta con relativa serenità. Sdoganare il tumore in questa chiave è stato l’obiettivo di un gruppo di giovani pazienti oncologici e studenti di medicina, in scena con l’opera teatrale I fuori sede, la prima dedicata all’esperienza di un tumore in giovane età. La storia liberamente tratta dalla vita di Giacomo Perini (in scena), riparte dall’Ambra Jovinelli di Roma (12 novembre) per toccare poi i principali teatri italiani. Ideata dall’Associazione Pancrazio, scritta da Maria Teresa Carpino, Gigi Palla e Giacomo Perini ha ricevuto l’apprezzamento della Federazione Italiana Associazioni di Volontariato in Oncologia (FAVO) e dell’Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma Onlus (AIL). I fuori sede rientra nel più ampio progetto Racconti di vita, campagna di sensibilizzazione sulle gravi patologie oncologiche attraverso la formula del teatro, resa possibile da un grant non condizionato di Roche S.P.A.

La presentazione della tournée avverrà il 9 novembre presso l’Aula Multimediale dell’Università “La Sapienza” di Roma. Alla conferenza stampa interverranno tra gli altri Francesco Cognetti (Direttore Oncologia medica Istituto Regina Elena di Roma), (La Sapienza), Francesco Gesualdi (Direttore Generale AIL), Giacomo Perini (Giovane paziente oncologico e socio dell’Associazione Pancrazio), Francesco Bugamelli (Presidente Associazione Pancrazio), Silvana Zambrini (Vice Presidente della FAVO), Federico Pantellini (Medical Team Leader Oncology Roche S.P.A).