“HAI IL DIABETE? C’È UNA BUONA NOTIZIA PER TE” AL VIA LA PRIMA CAMPAGNA EDUCAZIONALE ‘IN POSITIVO’

“HAI IL DIABETE? C’È UNA BUONA NOTIZIA PER TE” AL VIA LA PRIMA CAMPAGNA EDUCAZIONALE ‘IN POSITIVO’

L’iniziativa, patrocinata delle due principali società scientifiche del settore (Società Italiana di Diabetologia e Associazione Medici Diabetologi) e delle due rispettive fondazioni di ricerca, è dedicata ai cittadini e ai pazienti.

Rivoluzionare le tradizionali campagne educazionali su una patologia come il diabete non era semplice. È stato possibile solo rovesciando la medaglia e cambiando punto di vista. E iniziare a pensare che anche per chi ha il diabete ci sono buone notizie. Regole per una migliore prevenzione e per un più adeguato stile di vita, ma soprattutto le sempre maggiori e innovative soluzioni per semplificare la routine della gestione quotidiana con meno stress e più libertà.
 
Sono 4 milioni i pazienti con diabete in Italia ma si stima che un altro milione di persone abbia questa malattia senza saperlo. Troppo spesso chi la diagnosi l’ha già avuta resta in carico al medico di medicina generale troppo a lungo senza consultare uno specialista. Con tutti i rischi che questo comporta.
 
Per questo sta per partire la grande campagna educazionale e di sensibilizzazione “Hai il diabete? C’è una buona notizia per te”, patrocinata delle due principali società scientifiche del settore (Società Italiana di Diabetologia e Associazione Medici Diabetologi) e delle due rispettive fondazioni di ricerca.

Ne parleranno Giorgio Sesti, presidente della Società Italiana di Diabetologia, e Domenico Mannino, presidente dell’Associazione Medici Diabetologi.