Asfissia intrapartum e paralisi cerebrale infantile, insidie del parto sotto la lente

Asfissia intrapartum e paralisi cerebrale infantile, insidie del parto sotto la lente

Specialisti in Ostetricia e Ginecologia, Neonatologia ed esperti in Risk Management a confronto sulla genesi di queste condizioni patologiche, in parte ancora misconosciuta, e sulle strategie per migliorare l’assistenza alle mamme e ai neonati, durante e dopo il parto. In Italia ogni anno 2mila bambini nascono con paralisi cerebrale infantile, malattia neuromotoria che ostacola la postura e i movimenti per tutta la vita. Circa 1 neonato ogni 2mila nati è colpito da asfissia intrapartum, di norma durante il travaglio, con conseguenti gravi danni cerebrali.

Ne discuteranno:

Federico Gelli, Responsabile del Rischio in Sanità, Federsanità ANCI (Chairman)

Enrico Iurlaro, Mangiagalli Center – IRCCS Policlinico di Milano (Chairman)

Enrico Ferrazzi, Mangiagalli Center – IRCCS Policlinico di Milano

Maurizio Hazan, Associazione Risarcimento & Etica

Fabio Mosca, Dipartimento Donna mamma bambino, IRCCS Policlinico di Milano

Davide Mozzanica, Responsabile Controllo di Gestione, Osservatorio Costi SSR e risk management Sanità Lombardia

Antonio Ragusa, Responsabile di Area Vasta Ostetrico-Ginecologica, Toscana Nord Ovest; AOGOI

Riccardo Tartaglia, Centro per la Gestione del Rischio clinico e la sicurezza del paziente della Regione Toscana

Shin Ushiro, Kyusyu University Hospital, Japan Council For Quality Health Centre

Patrizia Vergani, Presidente Società Lombarda di Ostetricia e Ginecologia (SLOG)