ROBOTICA: REALTÀ AUMENTATA, NUOVE TECNOLOGIE LA SVOLTA DELLA CHIRURGIA È REALTÀ. ITALIA SECONDA IN EUROPA

ROBOTICA: REALTÀ AUMENTATA, NUOVE TECNOLOGIE LA SVOLTA DELLA CHIRURGIA È REALTÀ. ITALIA SECONDA IN EUROPA

Numeri, dati, presente e futuro in Italia al servizio dei medici e dei pazienti. L’esempio dell’urologia
 
La chirurgia sta per entrare in una nuova era tecnologica e digitale. Grazie alla robotica i chirurghi potranno trasformare un intervento tradizionale in una attività di assoluta precisione. Questo comporta naturalmente una nuova impostazione nella didattica e nella ricerca, nella formazione, nella specializzazione. Anche per la possibilità di programmare interventi simulati di realtà aumentata, impossibili con la normale chirurgia.
L’Italia in questo ambito è ai vertici mondiali ed europei, non solo per il numero di robot presenti negli ospedali, pur in modo disomogeneo, ma anche nella ricerca, nella sperimentazione e nella produzione. Una delle molte eccellenze di cui si parla troppo poco.
Uno dei settori maggiormente interessati dalla robotica è quello della chirurgia mininvasiva urologica e oncologica, che fa da traino a tutto il resto.
Per la prima volta vi sarà l’occasione di fare il punto sul presente, e di guardare al futuro sviluppo di questa tecnologia. Lo faremo con due specialisti che sono stati i precursori dell’utilizzo della robotica in Italia.
 
Walter Artibani
Segretario Generale della Società Italiana di Urologia
Professore Ordinario di Urologia dell’Università degli Studi di Verona
Direttore della Scuola di Specializzazione in Urologia dell’Università degli Studi di Verona
Direttore dei corsi di simulazione in prostatectomia radicale robotica (RARP) presso il centro Practice
dell’azienda ospedaliero-universitaria di Verona e del Master di II livello in prostatectomia radicale robotica
dell’Università di Verona
 
Vincenzo Mirone
Responsabile Comunicazione della Società Italiana di Urologia
Professore Ordinario di Urologia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”
Direttore della Scuola di Specializzazione in Urologia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”
Fondatori del Centro interdipartimentale di chirurgia robotica (ICAROS - Interdipartimental Centre for Advances in Robotic Surgery) e direttore del Centro di Chirurgia Robotica Multidisciplinare.
 
Trattandosi di un evento a tavola e con posti limitati, ti preghiamo di farci avere quanto prima la tua disponibilità per poter garantire la tua presenza.