TUMORI, 3 MILIONI E 400MILA ITALIANI VIVONO DOPO LA DIAGNOSI “NASCE L’ALLEANZA PER MIGLIORARE IL PERCORSO DI CURA”

TUMORI, 3 MILIONI E 400MILA ITALIANI VIVONO DOPO LA DIAGNOSI “NASCE L’ALLEANZA PER MIGLIORARE IL PERCORSO DI CURA”

Negli ultimi 15 anni i pazienti vivi dopo la diagnosi di tumore sono aumentati del 3% ogni 12 mesi. Oggi questa cifra equivale a quasi 3 milioni e 400mila cittadini. Un risultato importante che potrebbe però essere implementato riducendo le inefficienze del percorso di cura. Per questo nasce All.Can, coalizione che include associazioni di pazienti, clinici, università e Industria, con l’obiettivo di ridefinire il paradigma di gestione del cancro, adottando un’ottica interamente centrata sul paziente. All.Can rappresenta la declinazione di un’iniziativa internazionale promossa in 19 Paesi che porta, anche in Italia, l’esperienza positiva di una vera alleanza tra tutti gli attori coinvolti nella lotta alla malattia.

Martedì 19 febbraio è prevista la conferenza stampa di presentazione di All.Can con gli interventi, tra gli altri, della senatrice Emilia Grazia De Biasi (Portavoce All.Can Italia), del prof. Gianni Amunni (Direttore Generale ISPRO, Istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica), del prof. Paolo Marchetti (Direttore Oncologia Medica B del Policlinico Umberto I di Roma e Ordinario di Oncologia all’Università La Sapienza), della dott.ssa Antonella Cardone (European Cancer Patient Coalition), dell’Avv. Elisabetta Iannelli (Segretario Generale FAVO – Federazione Associazioni Volontariato in Oncologia) e della dott.ssa Nicoletta Cerana (ACTO – Alleanza contro il Tumore Ovarico).