TUMORI: IL 30% DEI CASI E' DOVUTO ALL'ALIMENTAZIONE AL VIA LA NUOVA CAMPAGNA DELLA FONDAZIONE AIOM

TUMORI: IL 30% DEI CASI E' DOVUTO ALL'ALIMENTAZIONE AL VIA LA NUOVA CAMPAGNA DELLA FONDAZIONE AIOM

ll cancro è una malattia sempre più diffusa che colpisce ogni giorno 1.000 italiani. E' possibile prevenirlo attraverso alcune semplici regole come, per esempio, seguire una dieta sana ed equilibrata. Si calcola che il 30% delle neoplasie sia riconducibile all'alimentazione. Inoltre una corretta nutrizione è sempre più importante anche per i pazienti colpiti da un tumore. E questa regola è ancora più valida quando il malato è alla prese con una neoplasia grave come quella al pancreas. La dieta aiuta, infatti, a superare le difficoltà legate alla malattia e anche a contrastare gli effetti collaterali delle terapie. Negli ultimi anni la ricerca medico-scientifica si è molto soffermata su questi aspetti e sono stati pubblicati molti studi a riguardo. Tuttavia sia i pazienti oncologici che il resto della popolazione italiana non seguono corrette abitudini alimentari. In particolare stanno abbandonando la dieta mediterranea (quella universalmente considerata la più sana).

Per questo la Fondazione AIOM (Associazione Italiana di Oncologia Medica) lancia una nuova campagna nazionale interamente dedicata alla corretta alimentazione dei pazienti oncologici e al resto della popolazione. Interverranno: Fabrizio Nicolis (Presidente Fondazione AIOM); Stefania Gori (Presidente Nazionale AIOM) e Claudia Santangelo (Presidente dell'Associazione di pazienti Vivere senza stomaco. Si può).